Nel 2003, 2004 si trasferisce a Parigi per frequentare la facoltà di storia e di storia dell'artedell'Università Sorbonne di Parigi.

Qui, senza saperlo, comincia un percorso di ricerca che lo porterà a sviluppare la sua tesi sul codice esoterico di Leonardo da Vinci

Il 22 ottobre 2007 pubblica una monografia su Leonardo da Vinci: “Scibile Invisibile Proibito” che è frutto di una rivisitazione della sua►tesi di laurea discussa nel 2006 presso l'Università degli Studi della Basilicata. Nella sua tesi, rileggendo gli scritti di Leonardo, applica ad alcuni dipinti dei giochi di fisica ottica del genio vinciano. Il risultato fa pensare ad una scoperta. La Gioconda, il Cenacolo, la Vergine delle rocce ed anche altre opere di grandi artisti come il Caravaggio sembrerebbero nascondere un'altra opera nell'opera: l'invisibile nel visibile.